17062014154022_sm_7870

Il Premio ”Il Tombolo” e la bellezza degli incontri

Ci sono eventi che sono passerelle e ci sono cose fatte col cuore. Ci sono appuntamenti mondani e ci sono strette di mano sincere, che valgono più di ogni parola. Non sopporto i tacchi alti e gli abiti lunghi, mi sento a mio agio solo dove posso essere me stessa, al di là dei palcoscenici. E io che non amo… Leggi tutto

06062014092139_sm_7727

Il Sigillo del Marchese

Si tengono per mano i Marchesi di Cavallino, sembrano andare incontro insieme ad un futuro nascosto in un angolo di cuore, eppure tutto da vivere, dischiudendo le palpebre su orizzonti di luce. La loro pelle di pietra pare trasudare amore, a distanza di secoli. E’ stata una foto scattata dalla mia amica Stefania a rendermi partecipe di tanta bellezza, arrivando… Leggi tutto

03062014103641_sm_7691

Lettera ad una poetessa

Sono inciampata per caso nei tuoi versi, in una mattina di marzo in cui il tuo libro mi ha chiamata ed ho sorseggiato le tue atmosfere delicate. Accade così da molto tempo per me, che vivo un presente sgangherato, sospesa da un capo all’altro della Puglia, sempre accelerata verso dove non so, ma incapace di rallentare. Sono diventata allergica alle… Leggi tutto

Maria Pia Romano

Maria Pia Romano è nata a Benevento nel 1976, è iscritta all’Albo dei giornalisti dal 2000. Collabora con testate regionali e nazionali e si occupa di comunicazione pubblica e comunicazione scientifica, uffici stampa e organizzazione di eventi.

Ha all’attivo quattro raccolte di poesie, “Linfa” (LiberArs, 1998), “L’estraneo” (Manni, 2005), “Il funambolo sull’erba blu”, (Besa 2008) e “La settima stella” (Besa 2008) e i romanzi “Onde di Follia” (Besa 2006), “L’anello inutile” (Besa 2011-2012-215), che ha ottenuto le Tre penne di Billy il Vizio di leggere, Rai 1, e finalista Premio Nabokov; “La cura dell’attesa” (Lupo 2013), vincitore Premio Libriamola 2013, Premio Carver, Premio Il Tombolo Città di Cantù e Premio Città di Mesagne, finalista Premio Essere Donna Oggi 2016; e “Dimmi a che serve restare” (Il Grillo editore 2015).

Ha ricevuto riconoscimenti in campo nazionale e internazionale per i suoi lavori. Le sue poesie sono inserite nel Museo della Poesia di Perla Cacciaguerra a Cesa. È stata tradotta da Amina Di Munno e Cassio Junqueira per il festival della letteratura italiana in Brasile del 2011.

Utenti online